8 / 8 / 2015

“Sei tu qui con me,
e ora anche gli alberi potranno volare
perché noi abbiamo imparato a farlo da loro estendendo le nostre radici nella profondità di noi stessi.”

1435605448523il_570xN.571546305_auoc

Annunci

Lettere

sc0000db9d

“Cento gambine attaccate a piccoli cerchi

sembrano parlare:

come bocche emettono suoni

come occhi lanciano segnali

si incatenano libere di sciogliersi

formano parole grandi,piccole, nuove.

Sono lettere diverse ma uguali 

come sorelle intonano canti.

Sono lettere chiuse in una busta con timbro

volano nell’aria portando poesia, emozioni, colori

dove spazi vuoti da un momento all’altro saranno colmati.

 Volano passando da una mano all’altra

e arrivate alla meta accendono scintille di magia.

Domenica 3 luglio 2011

Morning page # 9 – April

Inconcludente…quante volte questa parola mi è risuonata nelle orecchie quando ero poco più che un bambina?
Ma ora mi chiedo: cosa c’è tanto da concludere?
Ogni azione richiama un’altra azione e, a ben guardare, tutto ciò che ci circonda è senza fine.
Siamo noi a decidere quando dire basta, quando concludere un lavoro…un disegno, un quadro, una storia…

Forse perchè continuare potrebbe appesantire troppo e rattrappire le ali stropicciate.
Affinchè quando sarà ora di tirarle fuori e spolverarle nell’aria non siano troppo chiuse, stanche, storte, incapaci di volare…
tutto qui.

Questa sono io, una donna inconcludente. Si respira anche nelle mie parole.

29 / 04 / ’14

Dentro un abbraccio

(quando i figli crescono)

Abbraccio mio figlio e gli sussurro parole che non so nemmeno io come escono fuori,
dico qualcosa che non so se lui comprende.
Sono formule magiche ogni volta diverse,
come una ninna nanna dal potere calmante,
una coperta che l’avvolge e lo rassicura,
una voce ferma che sottovoce ripete:
“va tutto bene amore mio!
Non è brutto crescere, non preoccuparti…
ogni cosa arriverà al momento giusto e tu sarai pronto e capace ogni volta, a modo tuo, con il tuo ritmo che è solo tuo e di nessun altro.
Creerai il tuo timbro, lascerai il tuo segno.
La voce cambia, la voce sussurra, poi esce stridula…poi profonda.”

La metamorfosi è un miracolo meraviglioso.
Prova a pensare alla farfalla che vola libera e bellissima!
Prima era un piccolo bruco nascosto e imprigionato, ora può volare davvero…è così!
Osserva il mondo, osservalo e fai silenzio, ascolta il tuo cuore…la vita è tutta qui.

6 maggio 2013

sc00004667

acquerello su cartoncino

sc00004667-001

Morning page # 8 – April

“Ho lasciato delle cose al passato, le ho lasciate attraverso i sogni, le ho lasciate attraverso il susseguirsi ciclico delle stagioni e il ripetersi degli stessi modelli di pensiero.

Le ho consegnate portandole su un vassoio d’argento, sono arrivata in fondo al sentiero per dare al tempo tutto ciò che ormai si era esaurito e non aveva più l’energia e la forza di convivere con me.

Ecco che ora è iniziato un nuovo ciclo e ne sono immensamente felice!

Un nuovo lavoro, nuovi impegni, nuove conoscenze e nuove relazioni con l’esterno…ora la luna è nuova ed è anche il primo giorno del ciclo!

Tutto combacia alla perfezione e io non posso che sorridere e sentire il cuore vibrante come un fiore di primavera che con la sua delicata corolla si lascia accarezzare muovendosi nell’aria limpida e chiara.”

18 aprile ’14

1dff5cda64a3ec186731a0c430743048

pic by pinterest: https://www.pinterest.com/pin/280560251763072343/

Fra il sole e l’ombra

” I sogni rimangono addosso e aggiungono sfumature argentate alla vita di un sabato mattina come tanti.”

Il tempo passa e mi ritrovo cambiata! Sono più disincantata e amo la vita semplicemente come viene. Mi sento un pochino più saggia perchè dopo avere fatto gli stessi errori non si può che imparare e dopo avere percorso decine di volte lo stesso tragitto non è più il caso di perdersi.

Sono grande e non cado per un soffio di vento. Il tempo mi ha temprata e il mio viso porta i segni della vita, delle stagioni, una sovrapposta all’altra, ad ogni giro uguale ma diversa, frammento che non può mancare nell’insieme che sto osservando.

Non ha contorni precisi e mi viene in mente che è stimolante mettersi sul confine, rimanere a metà tra il sole e l’ombra, come fanno alcune mamme all’uscita della scuola…
I discorsi sono aperti, in sospeso…anche perchè il giusto momento per attraversare il confine arriva senza avvisare.

Poi mi giro verso di te e sorridendo dico: ” …era tutto qui?”
Si è acceso un lampo e io so che già lo sapevo.

Spesso le difficoltà risiedono solo nella nostra mente.

 

Metamorphosis_IV_by_ThisYearsGirl

 

http://thisyearsgirl.deviantart.com/art/Metamorphosis-IV-37363821

Morning page # 7 – March

” La mia famiglia sono io insieme a voi,
insieme a chi ha voglia di entrare nel cerchio illuminato dalla tenue luna,

sorpresa e gemma della notte
ricordo di un sogno appeso
riposto con cura nella tasca dello zainetto.

Sprazzi di luce colorata si tessono da soli
nello svolgersi lento delle ore del giorno.

Non si sa niente del minuto seguente
eppure arriva quello che ci vuole:
il pezzo mancante per comporre qualcosa di riconoscibile.

Piano piano con calma, mi dico,
comincia a fare un altro passo…non esitare!

La storia è scritta nel palmo della tua mano,
ogni volta che la pianta del piede appoggia sulla terra
e ogni gesto che scegli di fare apre nuove finestre
su tutte le possibili combinazioni di colori.”

9/ 3 / 14

C2-7kmKeB6J07d3p0dz2gUHu_Bsy-vhKCh9DIGi_JxI=w640-h267-no

original illustration painted with watercolors and colored pencils