morning page #2

 

Sospesa tra il vento e le foglie,

ascolto i sussurri che crescono ad ogni respiro.

Non perdere tempo a cercare!

Il tesoro è già qui, tra le tua braccia…

tra frammenti di vecchie canzoni colorate con pastelli,

di nuovi sguardi, di altri incontri e di sorrisi.

 

Immagine

 

pic by http://supcowpur.deviantart.com/

Annunci

morning page #1

 

Le poesie sono volate via, sono libere e senza gravità,

non fanno più parte di me.

Ora sono vuota come un vaso panciuto

appoggiato su una mensola…

dimenticato in una casa piccola poco assolata,

piena di ombre scure

dove una scala di legno sale scricchiolante

per un piano dentro una camera circolare

con una grande finestra sul tetto.

 

Ecco l’amore dove si è ripiegato.

Ci sono pause anche per lui.

(18 giugno 2012)

 

standard-hobbit-abode-lg1-460x306

immagine da: http://www.desainer.it

 

Solstizio d’estate

 

Come un’onda sa che non può fermarsi, io scrivo e mi ritrovo.

Tra le braccia di una conca, in una baietta tra le rocce, protetta dal mare,

aperto rifugio segreto di antichi navigatori.

So che se lascio aperti i passaggi facendo entrare l’acqua salata

anche solo per un attimo

sarò diversa, ma solo in apparenza.

Mentre se mi lascerò portare via da quell’unica grande ondata,

una nuova vita inizierà e un’altra finirà…

Sono temi cosmici che mi accompagnano in certi periodi dell’anno.

Tra pochi giorni ci sarà il solstizio d’estate e io voglio essere sveglia

e pronta ad accogliere

questo passaggio di luce,

questo cambio stagionale,

questo tuffarsi nell’intensità del punto più protetto del tempo che scorre.

L’estate arriva e ci porterà doni accesi dalla durata breve

Risate gioiose, suoni di tamburi, celebrazioni sotto notti di stelle magnifiche.

 

Non passerò un’estate sola senza aver amato con tutta la passione che ho dentro,

non conta l’età e gli anni che passano,

l’estate con la sua voce mi invita ancora a lasciar andare

ogni resistenza dentro la danza dei fuochi accesi.

 

R. Cristina – giugno 2011

 

sc00001a2d    sc0002e2e1

La risata

Vienimi a salvare, piccola anima che ride

portami con te dentro un ruscello antico che suona

canzoni da tempo non ascoltate…

Il mio cuore non ha confini e

la tua risata è una doccia fresca

che mi solleva.

 

R. Cristina  – 10/06/14

Il suono del tempo…

 

 

La primavera si scioglie nell’estate, dentro un giorno di luce, la luce che sa e  che distingue con lucidità, che vede i doni di Madre Natura, generosa e ciclica.

 

Ho trovato un filo azzurro con una perlina d’argento da annodare al polso.

Campanelline alle caviglie risuonano sottili quando danzi. 

 

Forse nel bosco non eravamo sole e anche se avevi paura, qualcosa è successo. 

Dalla piccola casa in legno siamo arrivate al cerchio degli animali che parlano con noi, degli amici che ci abbracciano, degli amori che camminano al nostro fianco come fratelli.

 

E’ arrivato giugno, l’estate è quasi qui. 

Il suono del tempo annuncia che è arrivato il momento di celebrare il sole e la sua forza purificatrice. 

Aspetto l’unicorno dal manto argentato. 

Mi porterà nuovi messaggi…

…e i sogni saranno chiari, i sogni avranno ali per volare e unirci con ponti di luce da  attraversare con facilità.

Cristina R. (maggio- giugno 2013)

 

Immagine

 

immagine da “IlMagicoRegnoDelleFiabeInUnMondoDiFavole”