morning page #3 – July

Ascolto di nuovo la mia voce interiore, la mia “inner voice”.
E il mare mi entra dentro.

Con la sua forza senza misura

porta sogni e tesori, porta vita e colore…parte e si riprende, gioca ma non finge.

Lo ascolto perchè è dentro di me, come nelle conchiglie.

Potrei inventarmi un alfabeto segreto
e gustarmi tutto il succo di quest’ estate diversa, senza aspettative,
già arrivata e in un attimo finita;
come un volo d’uccello che perde quota fin quasi a toccare terra
per poi innalzarsi di nuovo verso il cielo vittorioso e libero.

Ecco che i particolari ritornano!
Riesco a coglierli dentro le tasche del tempo:
sono pause costruttive che fecondano il mio spirito creativo.

sap_by_mythrime-d32btj0 (1)

pic by deviantart.com

Annunci